Il sole, la luna ed i pensieri di Tesla

… perché una delle più grandi menti della storia è stata sospettosamente assente dai libri di storia… molti scienziati pensano Tesla pazzo, un imbarazzo della scienza…

… forse l’istituzione non ha solo voluto negare l’inferno per screditare Tesla, come lui che si oppose ad Einstein ed alla sua teoria della relatività, in modo da rinforzare la fisica eliocentrica…

… al momento della sua morte Tesla era sul punto di annunciare le sue teorie della gravità e dell’universo…

… essere in grado di nascondere il lavoro di Tesla aiuta a nascondere la vera natura del nostro ambiente per essere capito…

AL TG1 SPOT A FAVORE DEL MARCHIO DELLA BESTIA – Con la scusa della sicurezza voglio convincerti a mettere un microchip nella mano!

Apprendiamo dal TG della RAI (il 27 ottobre 2015) la possibilità di chiedere l’impianto di un circuito elettronico “sotto la pelle” di chi ne fa richiesta. Sapevamo del suo possibile uso per scopi medici o come carta di credito, ma sembra che il set delle possibili applicazioni sia in aumento e che tale possibilità non sia una mera fantasia dei “complottisti”; al contrario, ormai è sotto gli occhi di tutti che si tratta di una realtà, introdotta come se il microchip fosse un accessorio utile. La domanda è però “utilità per chi?”. Per noi pecorelle solo in apparenza, per i governanti occulti del pianeta certamente lo sarà sempre di più.

rfid-chjp-hanna-wyoming

666, tempo di scelte: la tua Anima o il marchio della bestia? «Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome» (Apocalisse 13:16-17).

 

CONOSCERE … PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI!

GandhiSi aiuta un sistema malvagio con la
massima efficacia, obbedendo ai suoi ordini e decreti.
Un sistema malvagio non merita mai una tale lealtà.
Tale lealtà significa condividere il male.
Un individuo dovrebbe contrastare il sistema malvagio con tutta l’anima. 

(Mahatma Gandhi).

 

La Russia dà il via alla Free Energy!

torre-putin

Dalla Russia continuano a giungerci grandi e piacevoli sorprese, e dopo il divieto tassativo alla circolazione di aerei chimici e l’abolizione dei chip sottocutanei Apple è arrivato il turno delle energie libere e infinite.

Stando infatti agli ultimi dati raccolti il presidente russo Vladimir Putin avrebbe stanziato un enorme finanziamento nel settore delle energie libere, composto in parte da fondi pubblici e in parte da fondi privati dello stesso Putin, segno evidente che il presidente sa bene quel che fa.

Dalle ultime mosse russe è facile dedurre che la superpotenza voglia diminuire la sua dipendenza economica da paesi esteri come gli USA, subdoli schiavi del Nuovo Ordine Mondiale.
La Russia tutt’oggi è costretta a vendere gran parte del proprio gas e petrolio alle multinazionali per fronteggiare alle spese per il proprio fabbisogno elettrico.

 

Nikola-TeslaIl fondo russo per la free energy andrà a finanziare diversi progetti paralleli, molti dei quali affondano le loro radici negli studi del celebre e incompreso Nikola Tesla.

Tra questi progetti capeggia quello degli scienziati russi Leonid e Sergey Plekhanov, per la ricostruzione della Torre Tesla (Wardenclyffe Tower), uno strumento in grado di portare energia nel mondo senza l’ausilio di fili e in maniera assolutamente gratuita, con un impatto ambientale praticamente nullo.

Dietro a questa mossa, però, non vi è soltanto il desiderio di affermarsi, e smascherare le lobby energetiche mondiali, ma anche la necessità di portare energia elettrica alle popolazioni rurali che a causa del fabbisogno crescente e agli embarghi rimangono spesso senza energia elettrica.

Come è noto al presidente Putin sta molto a cuore la parità dei diritti e non può continuare ad accettare che una parte dei suoi cittadini sia privata di un bene primario come l’elettricità, a causa dei subdoli giochi degli USA/NWO, e ha quindi deciso di rompere il tacito accordo che vede il divieto tassativo di sviluppare fonti energetiche infinite.

A noi ricercatori indipendenti di verità non resta che attendere fiduciosi e vedere come le cose andranno a finire, e certamente il resto del mondo non potrà poi continuare ad ignorare certe cose.

E’ questa l’alba di una nuova era per il genere umano?

trasmettitore-planetario

 

Fonte:
Chiaveorganica

 

Nuovo pannello solare trasparente: finalmente si potrà produrre energia dalle finestre di casa!

Il prototipo esiste già e c’è anche un gruppo di ricercatori americani che ci sta lavorando per metterlo a punto: stiamo parlando di un nuovo pannello solare trasparente.

transparent-lsc_lg-400x250

Tra non molto, catturare l’energia solare attraverso i vetri delle comunissime finestre sarà possibile e permetterà a chiunque di trasformare l’energia del sole in energia elettrica senza rinunciare alla trasparenza e alla proprietà ottiche tipiche del vetro.

L’ultima novità in fatto di energie alternative arriva direttamente dagli USA dove un gruppo di esperti dell’Università del Michigan sta lavorando da diversi mesi ad una tecnologia che potrebbe finalmente permettere di trasformare le finestre di casa in una vera e propria fonte energetica pulita e rinnovabile.

Lo speciale pannello solare creato dagli scienziati americani è costituto da un materiale plastico in grado di convertire in energia elettrica i raggi solari tramite un sofisticato concentratore solare luminescente. Di per sé, il progetto, non costituisce una novità assoluta nel campo dei pannelli solari di ultima generazione, ma per la prima volta i ricercatori sono riusciti a mantenere inalterata la trasparenza del materiale utilizzato riproducendo uno strato trasparente del tutto simile al vetro.

L’impresa è stata possibile modificando le molecole organiche che assorbono i raggi del sole con una lunghezza d’onda non visibile che va al di là dei raggi infrarossi e ultravioletti. La luminescenza catturata si trasferisce poi ai bordi del materiale utilizzato dove viene trasformata in energia.

La struttura completamente trasparente di questi pannelli è dovuta al fatto che essi non assorbono e non emettono luce visibile, come il vetro. Un’altra prerogativa di questi materiali è che sono estremamente adattabili a qualsiasi applicazione dove normalmente si utilizza il vetro, come infissi, finestre, vetrine, automobili e perfino smartphone (che in questo modo potrebbero ricaricarsi a costo zero). Gradevoli esteticamente, non invasivi, eco-sostenibili.

Se tutto andrà come previsto questa scoperta potrà cambiare per sempre il futuro dell’energia solare e delle tecnologie ad essa applicate.

 

Fonte:
www.tuttogreen.it